Prima gangbagn per una milf italiana troia

UNA MILF TROIA CON IL MARITO PERFETTO

Inutile girarci attorno, sono Ramona una milf italiana di 40 anni, sono una milf troia e ne vado fiera. Il sesso per me è sempre stato fondamentale, mi piace troppo scopare e seguire il mio istinto. Sette anni fa ho avuto la fortuna di conoscere un uomo fantasioso, disinibito e amante della sperimentazione sessuale quanto me. La mia anima gemella.. ed ovviamente non me lo sono lasciato scappare e l’ho sposato.

Il nostro è sempre stato un rapporto sincero ed aperto, e Giorgio, mio marito, ha sempre saputo che sono uno spirito libero e mi ha sempre permesso di scopare con tutti gli uomini che mi eccitavano e che volevo, come io ho sempre lasciato libero lui di godersi le sue scappatelle. Avevamo già sperimentato insieme anche qualche cosuccia a tre ma quello che non avevo mai provato era l’emozione di una gangbang.

Ormai era diventato il mio chiodo fisso e la sera del mio 39esimo compleanno decisi di parlarne con Giorgio; Non volevo arrivare a 40 anni, senza aver realizzato questa mia fantasia erotica. Ero certa che mio marito non avrebbe riso di me e nemmeno mi avrebbe giudicato, per di più, lui lavora in palestra e sicuramente non ci avrebbe messo molto a trovare una decina di ragazzi, carini atletici e vogliosi disposto a scoparmi. Quando gliene parlai non sembrò nemmeno stupido, e mi disse:” Ho sempre saputo che sei una gran troia ed è questo che mi piace di te, sei vera e non ti nascondi dietro falsi pudori! Stai tranquilla in una settimana organizzo tutto per un’orgia da sballo e trovo gli uomini! Uno ovviamente sono io!” Lo so, ho davvero un marito perfetto, assolutamente meraviglioso!

LA GANGBANG CHE AVEVO SEMPRE SOGNATO

Come mi aspettavo, mio marito mantenne la parola data, mi mandava messaggi e foto di uomini disposti a fare tutto per avere il mio corpo, bei ragazzi anche giovanissimi che desideravano scoparsi una bella milf porca come me. Per tutti quei giorni fui perennemente eccitata non pensavo ad altro, non vedevo l’ora di fare sesso con tutti quegli uomini.

Il venerdì mattina Giorgio mi chiamò in ufficio e mi disse:” Domani sera realizzeremo la tua fantasia erotica, vestiti carina amore”. Quelle parole mi eccitarono e mi sconvolsero talmente tanto che dovetti immediatamente masturbarmi per alleviare il pulsare incessante che sentivo tra le cosce. Il giorno dopo lo dedicai a prepararmi con attenzione, mi depilai completamente, e scelsi l’abito e gli accessori da indossare: Un tubino nero che faceva risaltare le mie curve e metteva maliziosamente in mostra il mio seno sodo, un sandalo dorato che scopriva le unghie laccate di rosso e pensai che i capelli castano ramato stessero meglio legati in una coda di cavallo che quegli uomini avrebbero potuto afferrare per cavalcarmi.

Giorgio non mi aveva detto dove saremmo andati Quindi salii in macchina desiderosa di sapere dove si sarebbe svolta la serata di sesso che avevo tanto atteso, curiosa di conoscere lo scenario dove avrei scopato con mio marito e tutti quegli uomini. Arrivammo in una villa fuori città dopo aver percorso con la macchina un viale costeggiato di pini. Le luci della casa erano accese e quando scesi dall’auto sentii l’aria fresca accarezzarmi le cosce scoperte.

Entrammo mano nella mano nell’ampia sala illuminata, dove si trovavano già almeno dieci uomini, più di quanti mi aspettassi, ma questo mi eccitò ancora di più, non mi sarei certo tirata indietro, guardai mio marito e gli sussurrai: “Ti eccita vero amore? Tua moglie in mostra che sta per essere scopata”. Lui annui.

SCOPATA DA DIECI UOMINI, UNA FANTASIA EROTICA CHE SI AVVERA

Ci presentammo e passammo un po’ di tempo tutti insieme. Bevendo vino e mangiando dal ricco buffet che si trovava su un lato della stanza. Giorgio avevo organizzato davvero la serata perfetta, mi aveva stupito, fu sempre lui a fare la prima mossa e rompere il ghiaccio, mi portò al centro della sala, richiamò l’attenzione dei presenti schiarendosi la voce, poi mi bacio palpandomi il sedere ed infilandomi una mano sotto il vestito, dentro le mutande, per poi estrarla leccandosi le dita per assaporare i miei umori.

Molti uomini iniziarono a toccarsi, un ragazzo che avrà avuto al massimo 25 anni si inginocchiò davanti a me, mi sfilò le mutandine sollevandomi il vestito ed inizio a leccarmi la figa, da quel momento fu tutto un turbinio di eccitazione, mani che mi toccavano e lingue sul mio corpo.

Cinque o sei uomini mi leccarono a turno, infilarono le loro dita dentro di me e mi spogliarono, lasciandomi completamente nuda ancora lì in piedi al centro della scena, mi sentivo una vera milf troia come quelle casalinghe porche delle storie hot che tanto amo. Poi mi presero, mi fecero inginocchiare, mi misero i loro cazzi duri in bocca, io stavo esplodendo di eccitazione, li succhiai tutti, uno dopo l’altro masturbandone alcuni con entrambe le mani.

Ad un certo punto, un uomo sulla cinquantina abbronzato e muscoloso mi porse la mano e mi aiutò a sollevarmi da terra. In quel momento lo riconobbi, era Paolo il proprietario della palestra dove lavorava Giorgio. Tutte le volte che passavo di lì mi faceva battutine sul mio culetto sodo. Sapevo che mi desiderava e questa era la sua occasione. Il suo cazzo era enorme, mi accompagno su un grande divano e incomincio a fottermi perforando la mia figa, entrando fino alle palle. Tutti i presenti si diedero il cambio scopandomi, ed infilandomi i loro cazzi in bocca ed io li succhiavo avidamente, ogni tanto alzavo lo sguardo e vedevo mio marito seduto lì vicino che si masturbava e li incitava a scoparmi più forte.

Fui sbattuta così per molto tempo. Avrei voluto che non finisse mai. Tutti quei maschi eccitati che mi giravano intorno, che mi volevano, che succhiavano i miei seni, che leccavano la mia figa ed entravano dentro di me, mi sentivo desiderata e meravigliosamente troia come le donne delle storie porno che leggevo la sera quando mi toccavo.

DOPPIA PENETRAZIONE CON MIO MARITO ED IL SUO AMICO

Ero sudata e sfatta. Dopo decine di orgasmi, quando Giorgio mi prese e si sdraiò sotto di me infilando il suo cazzo nella figa sfondata e bagnata come non mai. Lo baciai e gli sussurrai “Grazie tesoro!”. Nel frattempo Paolo si mise dietro di me, infilò il suo enorme membro nel mio culo, sbattendolo dentro con violenza animale. La doppia penetrazione era la degna conclusione di una serata di sesso incredibile. I due cazzi mi sbattevano, scandendo il ritmo dei miei gemiti e del respiro affannoso dei miei due amanti. Sentivo il mio culo sfondarsi sempre di più, e nel frattempo gli altri uomini si toccavano venendomi in faccia ed in bocca.

Paolo e mio marito raggiunsero l’orgasmo quasi contemporaneamente, riempiendomi tutta di sperma caldo. L’esperienza sessuale più incredibile di tutta la mia vita e dovevo ringraziare il mio maritino premuroso. Sono senza dubbio la milf italiana più fortunata tra tutte.

8,966 Visite totali, 3 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *